SUPER NACHO

SUPERNACHO è il nostro LUCHADOR, il nostro combattente. La nostra AMERICAN PALE da 6.0% gradi alcolici e 31 IBU.
AROMA
90%
AMARO
75%
EQUILIBRIO
70%
ALC
60%
La nostra American Pale Ale da 6.0% gradi alcolici e 31 IBU. Schiuma bianca, fine e densa. Colore dorato dorato scuro. Medio/bassa corposità, note di cereali che fanno da contraltare all’amaro e all’aroma dei luppoli esclusivamente americani utilizzati sia in bollitura che in dry hopping. Profumi e sensazioni palatali coinvolgenti ed avvolgenti di agrumi e frutti a polpa bianca (pesca in primis). Alta fermentazione e una lunga maturazione a freddo affinano e caratterizzano ulteriormente il nostro luchador.
SUPERNACHO è il nostro LUCHADOR, il nostro combattente. Parte integrante della linea di birre STRONG in quanto caratterizzata da gradazione alcolica e luppolatura abbondanti in cui le sensazioni olfattive/palatali sono presenti in maniera decisa e preponderante. Agganciata al pay-off “Fight for justice, fight for your beer” presente in etichetta. Graficamente inquadrata con l’illustrazione del luchador, il wrestel della lucha-libre messicana rievoca il “carattere” della birra ed il pay-off che la contraddistingue. E’ l’alter ego di EL REVERENDO, altra nostra birra, con cui condivide la linea di produzione, il pay-off, e le scelte grafiche. Entrambe le birre raccontano la storia di Sergio Gutiérrez Benìtez, prete cattolico messicano (il nostro EL REVERENDO) e combattente di wrestling (il nostro SUPERNACHO). Durante le omelie vestiva gli stessi abiti che indossava, poi, per gareggiare nella lucha-libre messicana al fine di sostenere l’orfanotrofio che dirigeva. Il mascheramento venne mantenuto durante le funzioni cattoliche perché il fatto fu di grande impatto per la comunità. Da qui il nome SUPERNACHO con relativa illustrazione grafica e pay off. La categorizzazione delle birre in gruppi accomunati da un concept univoco in termini di nomi, pay-off, illustrazioni e storie è funzionale ad inquadrare le birre in uno specifico settore gustativo (gradazione alcolica, luppolatura abbondante, sensazioni olfattive/palatali “decise”), stile di produzione (questa linea è caratterizzata da riferimenti stilistici di origine americana ovvero American Pale Ale e Double Ipa) e ad incentivare la curiosità del cliente a conoscere gli altri prodotti del birrificio in quanto di fatto tra loro collegati da un filo invisibile “cucito” tramite una scelta di comunicazione omogenea. Lo stile ed il lettering utilizzato vogliono “rompere” con la grafica promossa ora e soprattutto in passato dalla maggior parte dei birrifici, caratterizzata da una comunicazione pulita ed “elegante”. Il nome Wallop (in slang anglo-americano tradotto come “Il cazzotto” ma anche come “la birra”) ed il logo rafforzano tale “rottura” e la seconda parte del pay-off “Fight for your beer” rievoca le origini del birrificio che nasce da tre homebrewers (birrificatori casalinghi amatoriali) che iniziano la loro carriera professionale a seguito della vittoria dell’unico concorso nazionale per birrificatori amatoriali (Beer Attraction 2016), ottenendo come primo premio l’attuale impianto di produzione. La seconda parte del pay-off è in tal senso un inno agli homebrewers. L’impronta comunicativa vuole conquistare l’attenzione del consumatore tramite due macro approcci: il primo è l’approccio di impronta popolare dato dal logo e dal pay-off “combatti per la tua birra”, che descrive in senso metaforico come ogni persona, ogni popolazione combatta per avere una propria autodeterminazione. In tale senso, il messaggio che si vuol fare arrivare è la lotta per la qualità del prodotto, la lotta tra birra artigianale e birra industriale. L’altro approccio pone le proprie fondamenta nell’immagine anticonformista (le illustrazioni in etichetta, la grafica) e il lettering “street”, graffiante ed ironico, sganciandosi dalle principali modalità comunicative presenti in questo settore. Lo scopo è promuovere un prodotto, la birra, già ben conosciuto e riconoscibile dal consumatore, attraverso una modalità innovativa, sperimentatrice, al fine di renderlo riconoscibile e non allineato al resto delle produzioni dei competitor, specialmente in Italia e in Europa. La qualità della birra e la ricerca di un messaggio innovatore in etichetta, è il connubio alla base del nostro progetto. Infine, la tipologia di carta supporto utilizzata è glassine bianca, mentre il tipo di carta frontale è una patinata semilucida, stampata in quadricromia con vernice opaca di protezione. Questo è il nostro SUPERNACHO, questo il nostro COMBATTENTE.